Due chiacchiere con Beat Weidmann

Due chiacchiere con Beat Weidmann, Head of Distribution Channels & Sponsoring di Cornèrcard

Il gruppo Cornèr Banca è un istituto bancario svizzero privato e indipendente fondato in Ticino nel 1952, con casa madre a Lugano e ciò ci rende orgogliosi. Tra i vari settori in cui opera il gruppo, vi è quello delle carte di pagamento, Cornèrcard.

Quale obiettivo si pone il Marketing di Cornèrcard con l’abbinamento allo sport?

Noi ci siamo inseriti nel filone sportivo otto anni fa con Fabian Cancellara. Abbiamo optato per lo sport perché  porta emozioni ed è ciò che vogliamo collegare al nostro marchio. Lavorare per un obiettivo, avere lo spirito di sacrificio, avere costanza, sono tutti valori che uno sportivo ha e che abbiamo riscontrato nei giovani talenti in quanto hanno un focus alto, lavorano molto per lo sport e vivono per lo sport.  Il nostro principio è quello di cominciare a supportare sportivi quando sono giovani talenti come per esempio Ilaria Käslin, Nino Schurter, Jolanda Neff, Giulia Steingruber, Belinda Bencic, Jil Teichmann, che fanno da ambasciatori del nostro marchio: sono tutti sportivi professionisti con i piedi per  terra, disponibili a parlare con i nostri clienti durante i vari eventi e che hanno un senso di umanità e umiltà molto apprezzato. Noi aiutiamo gli ambasciatori nel loro percorso sportivo, e loro, in cambio, danno più visibilità ai nostri prodotti; abbiamo fatto una ricerca per vedere, quando facciamo una campagna promozionale pubblicitaria, che probabilità si ha di acquistare un nostro prodotto se lo associamo a un ambasciatore e abbiamo piacevolmente riscontrato che la probabilità è molto più alta.

Nello specifico, il 22 settembre si svolgerà la nona edizione della Cornèrcard Cancellara Challenge. Qual è la chiave del successo di questo evento sportivo diventato ormai storico?

Da sempre la gara è a numero chiuso e ciò rende il tutto più speciale e unico. Una persona che vuole iscriversi alla gara, infatti, deve essere fortuna per poter partecipare perché i posti sono limitati, così diventa un evento prima dell’evento stesso. Inoltre, la gara, la può vincere qualsiasi persona anche non professionista, perché premiamo non il più veloce, ma  chi indovina il tempo del proprio arrivo rispetto a quello di Fabian Cancellara. In questo modo sono tutti più invogliati a partecipare perché non conta l’ordine di arrivo. Fabian, poi, è disponibile a fare selfie, autografi e scambiare parole con tutti. Tutte queste sfumature sono il segreto del successo della Cornèrcard Cancellara Challenge.

Quest’anno, per la prima volta, è stata inserita nel programma LBE la gara Cornèrcard Lugano Star Track che si svolgerà nel centro cittadino, una vera City Eliminator con bici MTB. Quale sarà la caratteristica di questo straordinario evento?

Vogliamo fare un evento dove portiamo vari atleti conosciuti in città per sfidarsi amatorialmente con bici MTB. Oggi le persone non si muovono più facilmente fuori città per vedere eventi, ma se si organizza uno show in città, come la Cornèrcard Lugano Star Track, la gente può vedere i propri idoli sportivi gareggiare, ma può anche visitare la città, fare shopping, passeggiare, ecc. La cosa più bella che vogliamo fare con questo evento, è quella di unire e di trovare sinergie tra varie realtà quali Cornèrcard, la Città di Lugano e Greenhope. Greenhope è una fondazione che ha come obiettivo quello di regalare dei momenti di serenità e di spensieratezza ai bambini che ogni giorno lottano con il cancro. Per qualche ora, viene regalata loro la possibilità di dimenticare per un attimo la malattia per tifare i loro campioni preferiti.

Concludiamo con una curiosità: lei ha mai partecipato alla Cornèrcard Cancellara Challenge?

Sì, ho partecipato alla gara anche se non ho mai vinto.

 

di Mara Roccaforte – Edimen

 

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.